Chi sono - Umberto Bado | Guida Alpina

Vai ai contenuti

Menu principale:

Chi sono


Trovo che scrivere di se stessi sia sempre difficile.
Si dovrebbe cercare di dare delle informazioni senza "sbrodolare" un elenco di date, ma anche senza perdersi nell'autocelebrazione.
Sono più i minuti passati a fissare lo schermo vuoto che le parole scritte.


Mi è più facile raccontare di come sono arrivato a fare la Guida camminando in montagna, tra un tiro e l'altro di una bella via o, perchè no, seduti ad un tavolo mentre si discorre di tutt'altro.

Tra le varie professioni che immaginavo da bambino la Guida veniva sicuramente dopo il pompiere, l'astronauta e altre dieci super professioni di cui non ricordo quasi nulla.
Per escluderle tutte sono arrivati in aiuto gli anni passati per i sentieri e sulle rocce in compagnia della famiglia prima e degli amici dopo.
Durante il primo anno universitario  sono accadute due cose che mi hanno portato, come direbbero alucni, alla perdizione: tempo libero ed un socio fisso con cui crescere.
La linea si stava tracciando velocemente e seguendola mi sono ritrovato ad Alagna, alla veneranda età di 21 anni( autocelebrazione di classe A), per provare la selezione per divenire Aspirante Guida Alpina.
Il suo superamento ha fatto si che i successivi 2 anni fossero spesi in moduli del corso e conseguenti allenamenti. Fino al titolo di Aspirante Guida Alpina a 23 anni.
Dopo due anni di lavoro come Aspirante è arrivato il turno degli esami per il titolo completo di Guida Alpina che, con non poca soddisfazione, è arrivato nell'autunno del 2011 alla sempre più veneranda età di 26 anni.

Se scrivere di se stessi è difficile,concludere è cosa impossibile!
La domanda classica potrebbe forse aiutare: " progetti per il futuro?"

"Cercare di vivere la professione dii Guida Alpina sempre con passione per la montagna e per l'alpinismo, senza però dimenticare il mondo che c'è oltre le pareti ed i ghiacciai."


Quest'articolo può aiutare a capire ancora qualcosa di me!
http://www.dislivelli.eu/blog/una-guida-alpina-in-citta.html

 
Torna ai contenuti | Torna al menu